I Viaggi di Gretel

Chi segue il mio profilo Facebook e Instagram avrà sicuramente notato che in famiglia è arrivata una pelosa in più, la “piccola” Gretel. 

E’ la mia assistente personale, che spesso mi accompagna ai corsi di teatro. E’ attenta al dettaglio e molto esigente e spesso, quando meno me lo aspetto, si intrufola fra gli attori e sale sul palco, prendendo la scena. 

E’ una tipetta tosta ma dolcissima e più che un cane oserei definirla una cozza: il suo spazio vitale è infatti quello tra le tue gambe quando tenti di lavorare a preventivi, sdraiata ai piedi del divano quando leggi o fai zapping e tra la porta del bagno e il lavandino mentre ti fai la doccia (capita l’antifona chiudo la porta ormai, ma quando la riapro lei è lì, che mi fissa con i suoi occhioni, in attesa).

Di recente siamo stati invitati ad un matrimonio in Toscana e ci siamo portati anche lei! In auto la Gretelina è stata bravissima: 3 ore abbondanti inframezzate da un pit stop ed eravamo pronti per farci una nuotatina sulle spiagge di Cecina.

Gretel sonnecchiosa durante il viaggio

Per la notte ci siamo spostati nell’entroterra invece, nella Val di Cecina; lo spettacolo che ci scorreva davanti era mozzafiato: il rosso del tramonto definiva perfettamente le colline, non vedevamo l’ora di arrivare! 

L’agriturismo non ha deluso le aspettative, anzi! Gretel era felicissima del suo giardinetto con vista sulle colline di Casino di Terra dell’Hotel Fattoria Belvedere.

Gretel nel suo giardinetto
Vista dalla nostra camera
 

Rilassante è stato passeggiare fra i fiori e il ciottolato che collega tutte le casette del podere, e un bagno in piscina è stata la ciliegina sulla torta. 

Il mattino seguente dopo colazione, ci siamo messi in viaggio (una quarantina di minuti) per raggiungere San Vincenzo con la sua Dog Beach e rilassarci qualche oretta prima del matrimonio. E’ rincuorante vedere passi avanti evolutivi per prevenire l’abbandono dei nostri amici a 4 zampe in tempo di vacanze: l’area (ben 200 mq!) è divisa tra spiaggia libera e lido attrezzato, ma da entrambe le parti si possono usufruire dei servizi (bar, toilette, noleggio ombrelloni e lettini).

Gretel era felicissima! Nuotava sfidando le onde e quando zampettava fuori dall’acqua mi sono più volte chiesta se non fosse una lontra travestita da Golden Retriever! 

Rincasati, ci siamo preparati per il ricevimento nel bellissimo agriturismo Le Tegole  dove più tardi, dopo il taglio della torta, ha fatto la sua entrata scenica anche Gretel, riscuotendo coccole e apprezzamenti da tutti gli invitati!

io che tento di convincere Gretel a ballare con me

Il giorno dopo era già purtroppo arrivato il momento di tornare a casa, ma per affrontare il viaggio con la giusta carica, ci siamo rifocillati con un buon tagliere e bicchiere di vino a Volterra, città dal profumo medievale, dalle viuzze strette strette che portano al Palazzo dei Priori, in centro. Non da meno i resti del teatro romano,  che mi hanno accolta lasciandomi a bocca aperta e facendomi immaginare quanto potesse essere bello e affascinante salire su quel palco con quella scenografia naturale! La possibilità c’è perché ho visto che c’erano sedie moderne preparate per uno spettacolo imminente, quindi…non si sa mai che Il Divano delle Favole o qualche lettura espressiva possano partire per una trasferta… 🙂

 

sedie moderne nel teatro romano… dai che ci andiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *